Senza dubbio avrai sentito parlare negli ultimi anni del boom di piattaforme online come Airbnb e Booking, che connettono il guest, cioè l’ospite, all’host, cioè il padrone di casa; su questi portali sono registrati milioni di clienti da tutto il mondo, quindi le possibilità di guadagnare in questo settore sono enormi. Questa attività può essere molto intensa per gli host e forse sarà capitato anche a te di rivolgerti ad almeno un’altra persona per aiutarti a gestire l’annuncio della tua struttura. Questa figura prende il nome di co-host (su Airbnb, su Booking invece si chiama utente) e funge da supporto all’host. In questo articolo ti parlerò di cosa fa esattamente un co-host e come viene considerato su Airbnb e su Booking.

Airbnb

Come già accennato nell’introduzione, potresti aver bisogno, in veste di proprietario di una struttura, di qualcuno che ti supporti nella gestione del tuo annuncio, delle sue prenotazioni, dei prezzi, ecc.

Per nominare uno o più co-host su Airbnb, devi cliccare su “Annunci” nella barra in alto, scegliere l’annuncio e cliccare sulla sezione “Co-host”, dove puoi inserire l’indirizzo email della o delle persone che si vuole nominare (deve essere qualcuno già iscritto su Airbnb); quando questa o queste persone accetteranno l’invito, diventeranno co-host dell’annuncio.

In qualità di host, puoi decidere se il co-host avrà solamente l’accesso al calendario, l’accesso sia al calendario che alla posta oppure l’accesso completo, ossia la possibilità di consultare e modificare il calendario, inviare messaggi agli ospiti e gestire l’annuncio completamente.

L’unica cosa che un co-host non può fare è gestire i metodi di pagamento, questo è un compito unicamente riservato all’host, che può impostare un compenso per il co-host, pari ad una percentuale per ogni prenotazione, un importo fisso, le spese di pulizia oppure le spese di pulizia più una percentuale sul compenso di ogni prenotazione.

Su un annuncio presente su Airbnb, oltre a comparire l’immagine dell’host, comparirà anche l’immagine del co-host; per quanto riguarda le recensioni, queste arriveranno al proprietario dell’account e saranno visibili unicamente sul suo profilo.

Per avere maggiori informazioni sulla figura del co-host su Airbnb, puoi guardare il video “Cosa fa realmente un Co-Host su Airbnb…” su Youtube.

Se vuoi conoscere tutti i segreti su Airbnb e vuoi eccellere in questa piattaforma, puoi iscriverti al “Corso Completo Airbnb”, che trovi qui all’interno del sito.

Booking

Su Booking esiste un qualcosa di simile ad Airbnb per quanto riguarda la figura del co-host, però su Booking per poter fare il co-host di una struttura hai bisogno delle credenziali di accesso di colui o colei che ha creato l’annuncio per poter accedere.

Su Booking il co-host si chiama utente e, per poterlo diventare, il titolare dell’annuncio di Booking deve cliccare in alto a destra sulll’Extranet e selezionare “Crea e gestisci utenti” dal menù a tendina che compare. A questo punto viene data la possibilità di scegliere o di aggiungere un nuovo utente o un utente già esistente (se hai già un account su Booking come partner); in quest’ultimo caso, puoi dare al titolare dell’annuncio le informazioni come il nome utente e l’indirizzo email ed in questo modo ti arriverà una richiesta sull’email, che tu potrai accettare e in questo modo avrai l’accesso all’Extranet della struttura.

E’ il proprietario che decide che grado di accesso fornirti, ma in ogni caso hai la possibilità di avere accesso al calendario, alle promozioni, puoi ricevere delle notifiche direttamente sulla tua app, puoi richiedere che ti arrivino tramite mail, puoi messaggiare con l’assistenza, puoi fare tutte le varie modifiche all’annuncio, ecc.

Le uniche due differenze sostanziali rispetto ad Airbnb è che, innanzitutto, non compari all’interno di un annuncio (in realtà neanche il titolare dell’annuncio), ma, soprattutto, non esiste la funzione dello split dei pagamenti, come esiste invece su Airbnb, dove puoi impostare i compensi del co-host per ogni prenotazione.

Per avere maggiori informazioni su come Booking gestisce i co-host, o per meglio dire gli utenti, puoi guardare i video “Come fare il Co-Host su Booking” e “Questa NON la Sapevi: Co host anche su Booking?” su Youtube.

Per lavorare al meglio con Booking e conoscere tutti i segreti di questa piattaforma che è nata per i professionisti dell’ospitalità, puoi iscriverti al “Corso Completo Booking” sul sito www.guadagnareospitando.it.

Se hai domande o commenti da fare, scrivi pure qua sotto.

×

Ciao!

Clicca qua sotto per chiedermi info su WhatsApp...

× Supporto WhatsApp